Itinerari turistici, religiosi e gastronomici

"A San Giovanni Rotondo scopri il mondo.
Centro meraviglioso, tra fede e natura, dove convergono tanti raggi della storia umana universale."


La splendida posizione geografica rende San Giovanni Rotondo non soltanto meta di pellegrinaggi o di cura ma un luogo di partenza per viaggi alla scoprerta del Gargano, scegliendo tra itinerari turistici, religiosi e gastronomici.

San Giovanni Rotondo è luogo unico al mondo, che sin dalla notte dei tempi ha avuto un carattere sacro: senza peraltro riuscire ad esaurire il suo irripetibile miracolo di storia e di spiritualità.

A San Giovanni Rotondo, il Creatore ha puntato il dito per decidere che qui e soltanto qui, doveva operare Padre Pio, un gigante della santità, protagonista del XX secolo che ha saputo tradurre in fatti concreti e universali la parola di Cristo.

Sul Gargano l’estate è davvero lunga, visto che nella sua fascia costiera, le giornate estive, quelle in cui la temperatura supera di giorno i 25°C iniziano di media già nel mese di maggio e terminano alla fine di settembre.
Ma San Giovanni Rotondo ha qualcosa in più: quando in luglio o ad agosto il sole splende, come se si fosse in Africa, chi cerca refrigerio può rifugiarsi all’ombra profumata dei pini e percorrendo pochi chilometri, sull’altopiano a 600, 800 metri di quota, immergersi in freschi boschi di querce e faggi.

Sulle vie dell’Angelo: itinerari della solitudine

Per i suoi boschi (Foresta Umbra) di lecci e querce (sede degli oracoli di Giove); per i suoi anfratti, chiusi negli oscuri antri (luoghi sacri all’indovino Calcante); per le sue caverne, che stillano acqua gelida, dedicate all’omerico medico Podalirio; per la cacciata degli antichi démoni, nel medioevo cristiano, per mano dell’Arcangelo Michele; per le icone delle Madonne nere, i santi bizantini, monaci ed eremiti itineranti di grotta in grotta, di monte in monte, fino a rendere il Gargano una Montagna Sacra.